Il meraviglioso puzzle Freezone

L’atletica, la corsa e lo sport in generale sono questo. Lavorare per mesi, a volte anche anni, per un obiettivo. Faticare ogni giorno per un risultato. Impegnarsi, soffrire, superare momenti difficili e puntare verso una metà precisa. A volte i pezzi del puzzle che abbiamo costruito faticano ad unirsi, altre invece, come in questo caso, si incastrano alla perfezione.

Non vi annoierò con la descrizione delle gare di questo Campionato Italiano di Cross ( chi volesse le può trovare tutte su youtube ) ma vi spiegherò come una mattinata apparentemente partita male con qualche tessera non incastrata alla perfezione abbia poi creato un quadro meraviglioso.

Arriviamo il Sabato allo spettacolare Parco della Mandria di Venaria Reale per visionare il percorso e iniziare a colorare d’arancione il campo gara. Le staffette permettono a qualcuno dei nostri di scaldare i motori e agli altri di avere le prime sensazioni sul percorso. Impegnativo è la parola più utilizzata, ma anche duro, complicato, faticoso e tutto ciò che può essere detto per un tracciato con molti saliscendi e altrettanti tratti tecnici.

La domenica si parte con le Allieve. La prima tessera del puzzle fatica ad incastrarsi. Giulia ha caratteristiche che poco si sposano con questo percorso. Il coraggio certo non le manca per provarci e l’impegno degli ultimi mesi meriterebbe di più ma le avversarie non stanno certo a guardare e alla fine l’undicesimo non sembra poi cosi male. Con lei le bravissime Elisa e Virginia  posizionano altre due tessere del mosaico mentre Camilla purtroppo è costretta al ritiro ma si sa, a volte, nei puzzle ci sono pezzi che richiedono più pazienza per trovare la giusta collocazione.

Il disegno preparato da mesi sembra più difficile da realizzare del previsto. Anche gli Allievi, pur non avendo grandi ambizioni di classifica, faticano più del dovuto. Matteo, Francesco, Tommaso, Alessandro, Rida e Edon comunque ben figurano. A seguire le nostre Juniores Caterina e Anna che, pur non potendo portare punti alla squadra, orgogliosamente si impegnano fino in fondo.

E’ il momento degli under 20 maschi. La nostra voce è prossima a quella di un accanito fumatore ed il meglio deve ancora venire. I ragazzi, pur uscendo da un inverno molto complicato, sono carichi, molto carichi. I grandi favoriti dell’Atletica Rodengo sembrano imbattibili ( … e alla fine lo saranno ). 4 giri per un totale di 8km. Seppur sia impossibile, si cerca come sempre di fare i conti ad ogni passaggio degli atleti. Incitiamo, urliamo consigli a volte senza senso e cerchiamo di fare i conti valutando le condizioni di ognuno di loro per capire se potranno guadagnare o perdere posizioni. Qualcuno dice che siamo pari, no sono avanti loro o forse noi. Quella che era una sfida bresciana si capisce stia diventando una sfida tricolore. Massimo con incredibile rimonta è 21esimo, Giovanni ci emoziona con la sua miglior gara dell’anno, 23°, Simone più forte di infortuni e influenza è 31° e poi dietro Egzan, Fabio e Andrea. Fiato sospeso per 10min e poi arriva la classifica ufficiale. Incredibile storico ARGENTO under 20 che ha più dell’incredibile visto che al primo posto c’è un’altra squadra bresciana. Una gigantesca tessera del puzzle è stata posizionata. Poco importano i soli quattro punti dall’oro perché in questo caso il bicchiere è più che mezzo pieno.

Precedente
Successivo

L’entusiasmo è a mille. I cross corti a questo punto ci regalano solo soddisfazioni. In quello maschile Federico non concede un metro ai diretti avversari e nel finale si va a prendere il bronzo respingendo gli attacchi del fortissimo Elliasmine Abdelhakim. Andrea ha un tendine dolorante ma a sorpresa lo troviamo al via. Vuole essere anche lui della partita malgrado il dolore e chiude al 38°. Anna in quello femminile è la vera sorpresa. Parte forte e ottiene un sesto di prestigio davanti ad atlete come Erica Schiavi e l’azzurra Federica Cortesi.

Senza più un filo di voce abbiamo ancora una tessera del mosaico da incastrare. Le nostre seniores dall’entusiasmo e dal sorriso contagioso hanno il compito difficile di confermare il bronzo dello scorso anno. Cavaline, la nostra extraterrestre di nazionalità burundiana, fa gara di testa. Silvia, brianzola un filo più terrestre, lotta per stare nella top20. Barbara, Roberta e Gloria come da loro abitudine in rimonta. Anche qui ci giochiamo il podio punto a punto. Cavaline purtroppo crolla negli ultimi 500m e perde qualche posizione (quarta). Dietro guadagnano tutte. I conti finali dicono quarto posto che conferma come ormai da un lustro le nostre ragazze siano sempre nella top 5 in Italia.

Il puzzle è completato !

Precedente
Successivo

Quest’anno più che mai si è capito come in uno sport totalmente individuale come la corsa e l’atletica in generale poter competere anche per una classifica di società sia un ulteriore stimolo per tutti.

Il grande lavoro fatto con i tanti tecnici che seguono i nostri ragazzi ha dato i frutti sperati. Un grazie a tutti loro che impiegano conoscenze e tempo per far crescere atleti e società. Un grazie personale a chi ha accompagnato la squadra alleggerendo i nostri compiti.

Ora, come ogni anno, dalla disciplina trasversale del cross che unisce tutti ci si dividerà tra strada, pista e montagna.

Go Orange, ora si inizia a fare sul serio !

(ph Valsecchi & Previtali e Atl-eticamente photo)

 

Precedente
Successivo

Allieve

11

34

BELLINI Giulia

2002

AF

BS521 FREE-ZONE

15:16.15

 

105

35

FRANZINI Elisa

2003

AF

BS521 FREE-ZONE

17:13.70

 

205

33

BARILARI Virginia

2003

AF

BS521 FREE-ZONE

19:31.09

 

 

Allievi

38

57

CARASI Matteo

2003

AM

BS521 FREE-ZONE

17:20.34

 

130

59

PERNICI Francesco

2003

AM

BS521 FREE-ZONE

18:34.59

 

142

61

RODOLFI Tommaso

2002

AM

BS521 FREE-ZONE

18:42.80

 

183

56

BERTOLETTI Alessandro

2003

AM

BS521 FREE-ZONE

19:10.82

 

189

58

KAMAL IDRISSI Rida

2003

AM

BS521 FREE-ZONE

19:15.46

 

209

60

PONIK Edon

2002

AM

BS521 FREE-ZONE

19:36.88

 

 

Juniores F

73

259

BARILARI Caterina (I)

2000

JF

BS521 FREE-ZONE

26:31.53

 

115

260

DELBARBA Anna (I)

2001

JF

BS521 FREE-ZONE

31:48.21

 

 

Juniores M

21

358

ZUCCHI Massimo

2000

JM

BS521 FREE-ZONE

27:37.98

 

23

353

CARLI Giovanni

2000

JM

BS521 FREE-ZONE

27:47.94

 

31

355

GOBBI Simone

2001

JM

BS521 FREE-ZONE

28:04.01

 

178

356

PONIK Egzan

2001

JM

BS521 FREE-ZONE

31:05.20

 

200

354

FINAZZI Fabio

2001

JM

BS521 FREE-ZONE

31:48.24

 

219

357

TOGNOLINI Andrea

2001

JM

BS521 FREE-ZONE

33:25.75

 

 

Promesse/Seniores F

4

431

NAHIMANA Cavaline

1997

PF

BS521 FREE-ZONE

28:06.57

72.0

 

21

432

RADAELLI Silvia

1987

SF

BS521 FREE-ZONE

30:27.88

 

27

429

BANI Barbara

1986

SF

BS521 FREE-ZONE

30:53.83

 

28

433

VIGNATI Roberta

1993

SF

BS521 FREE-ZONE

30:58.74

 

31

430

GIUDICI Gloria Rita ant

1987

SF

BS521 FREE-ZONE

31:04.33

 

 

Staffetta M

16

 

PONIK Edon – CARASI Matteo – MAIONE Federico – ALBANESI Andrea

SM

BS521 FREE-ZONE A

26:22

 

 

28

 

PERNICI Francesco – KAMAL IDRISSI Rida – PONIK Egzan – BERSINI Simone

SM

BS521 FREE-ZONE B

27:57

 

 

Cross Corto Promesse M

3

1032

MAIONE Federico

1997

PM

BS521 FREE-ZONE

9:06.46

 

38

1031

ALBANESI Andrea

1991

SM

BS521 FREE-ZONE

9:36.69

 

 

Cross Corto Promesse F

 

6

655

FRIGERIO Anna

1998

PF

BS521 FREE-ZONE

11:09.59

 

 

Recommended Posts