Esperienze Internazionali

“Pensi di avere un limite, così provi a toccare questo limite. Accade qualcosa. E immediatamente riesci a correre un po’ più forte, grazie al potere della tua mente, alla tua determinazione, al tuo istinto e grazie all’esperienza. Puoi volare molto in alto. (Ayrton Senna)

E’ con questo spirito che si dovrebbe affrontare ogni sfida e nel, nostro piccolo, ogni competizione. L’esperienza si fa correndo e mettendosi alla prova. Se non subito, prima o poi tutte le esperienze diventeranno importanti.

Lo avevamo etichettato come Weekend internazionale e questo è stato. Due giorni di gare intensissime partendo dal Belgio fino a Castiglione della Pescaia.

Inizio Sabato pomeriggio a Oordegem in Belgio. Quattro nostri U23, accompagnati da Capitan Alba, in gara nel prestigioso Meeting IFAM che, oltre ad un’organizzazione perfetta e una spettacolare location, immersa nella verde città belga, prevedeva un pacer per ogni serie delle gare di mezzofondo per garantire un livello di prestazioni elevatissimo a tutti i partecipanti. Nel pomeriggio il primo a sfruttare al meglio l’adrenalina della trasferta e il treno perfetto della lepre è Filippo Squassina. Negli 800, con 1:54.15, toglie 1sec e mezzo al proprio personale e si inserisce al terzo posto della graduatoria Nazionale U20. In tarda serata buona la prova di Federico Maione che ottiene lo stagionale nei 1500m con 3:54.65. Giornata no invece per Giovanni Carli. Impressionante Simone Gobbi che in piena notte (gara corsa alle 2:00) debutta nei 5000m fermando le lancette a 15:02.46, tempo che gli vale il 4 posto nella graduatoria italiana U20. Alba, non al meglio, corre sia 800 che 1500 con l’unico obiettivo di stare vicino ai più giovani. Capitano vero !

Dalle verdi campagne europee alla altrettanto verde scalata del Monte Bolettone dove Domenica mattina gli under 20 si giocavano una maglia Azzurra per i Campionati Europei di Luglio. In gara il nostro Massimo Zucchi, fresco campione italiano di staffetta in coppia con Simone. La gara è di livello molto alto. Massimo va fortissimo e, pur arrivando ai piedi del podio, può ancora sperare in una eventuale scelta tecnica per gli Europei in Svizzera.

Verde è anche la pista di Bressanone di cui, però, non avrà un gran ricordo Giulia Bellini. In gara nei 1500m, in rappresentanza della Lombardia, non è decisamente in giornata. Fatica sin dall’inizio, malgrado il ritmo decisamente sotto le sue possibilità, e finisce nona. A volte le esperienze non sono positive ma rimangono comunque esperienze che serviranno per crescere.

Pista che invece sorride a Cavaline Nahimana che al Meeting Internazionale di Castiglione della Pescaia vince i 3000m in 9:27.80 (nuovo record del Meeting) e ad Alessandra Seghezzi che al Memorial Pitch di Verona corre i 1500m in 4:53.72

Dalla strada ottimi risultati per Silvia Radaelli che alla Stralugano fissa il nuovo personale sulla mezza in 1:17.25, Paola Rosini bronzo ai Campionati Regionali Assoluti su strada alla Limbiate Run e l’eclettico Antonio Lovo che ottiene il primato personale alla 100 del Passatore in 12h04.13

Precedente
Successivo

Meeting Oordegem

800m

Squassina Filippo (Freezone) 1:54.15

1500m M

Maione Federico (Freezone) 3:54.65

Carli Giovanni (Freezone) 4:23.15

5000m M

Gobbi Simone (Freezone) 15:02.46

Meeting Internazionale Castiglione della Pescaia

1

82

NAHIMANA Cavaline

1997

W

 BDI BURUNDI

9:27.80

Brixia Meeting

9

9

BELLINI Giulia

2002

AF

 FREEZONE

4:48.85

11.0

Stralugano

7 RADAELLI Silvia              FREEZONE          1:17.25

Jack Canali

10

 

ZUCCHI MASSIMO

  

0:41:19

 

89

 

BECHERIN MIRKO

  

0:54:40

 

100 del Passatore

529

 

LOVO ANTONIO

80

 

12:04:13

Memorial Pitch

4

 

SEGHEZZI Alessandra

1979

SF40

BS521 FREE-ZONE

4:53.72

 

Recommended Posts